Blog sulla sicurezza informatica e l’informazione dei sistemi

Andrea Biraghi, Cyber Security manager e direttore della divisione Security and information Systems, lavora da anni per il mantenimento della sicurezza dei sistemi informativi. In una società sempre più digitalizzata ed interconnessa è divenuto ormai indispensabile prendere atto delle minacce esistenti nella rete Internet: solo un costante impegno ed aggiornamento rendono possibile affrontare e combattere i Cyber criminali e riprendersi in fretta dalla loro violazioni. La posta in gioco è alta e la sicurezza dei servizi web è fortemente legata al nostro sviluppo economico: basti pensare al rapido aumento delle connessioni, degli utenti, l’aumento del valore di numerose transazioni effettuate attraverso le reti, la crescita delle imprese legate al commercio elettronico.

Tag: nobellium hacker

Nobelium-Microsoft-andrea-biraghi

Gli hacker di Solar Winds, Nobelium attaccano il servizio clienti Microsoft

Il gruppo hacker Nobelium, legato agli attacchi Solar Winds, è riuscito a compromettere il computer di un lavoratore Microsoft. Microsoft ha dichiarato venerdì che l’accesso è stato utilizzato per lanciare attacchimirati contro i clienti dell’azienda. La scoperta è avvenuta mentre Microsoft stava indagando su nuove violazioni da parte dello stesso gruppo di hacker.

Secondo Microsoft, gli hacker hanno utilizzato le informazioni raccolte dagli strumenti per avviare attacchi “altamente mirati” su specifici clienti Microsoft. La società afferma di aver contattato i clienti interessati dall’uso degli strumenti da parte del gruppo di hacker e che Nobelium non ha più accesso al dispositivo dell’agente dell’assistenza clienti. Microsoft ha avvertito i clienti interessati di prestare attenzione alle comunicazioni con i propri contatti di fatturazione e di prendere in considerazione la modifica di tali nomi utente e indirizzi e-mail, oltre a impedire ai vecchi nomi utente di accedere.

Secondo quanto rivelato dall’aziendaNobelium ha provato a fare breccia all’interno degli strumenti dell’Assistenza Clienti Microsoft senza riuscirci veramente in nessuno dei target principali. A quanto pare infatti, solo tre degli obiettivi strategici di Nobelium sono stati compromessi, ma la compagnia non ha rivelato ulteriori dettagli in merito

TechEveryEye

Il governo degli Stati Uniti ha pubblicamente attribuito i precedenti attacchi del gruppo Nobellium al governo russo, che nega il coinvolgimento. In ogni caso Microsoft ha chiarito che l’attacco attribuito a Nobellium è separato dall’incidente di Solar Winds. Tuttavia, l’azienda a affermato che l’attacco fa parte di una più ampia campagna Nobelium in gran parte incentrata su aziende e governi IT di tutto il mondo.

In occasione dell’imminente Windows 11, Microsoft continua a puntare alla sicurezza: il 24 Giugno ha annunciato che il nuovo Windows 11 richiederà il chip TPM (Trusted Platform Module) sui dispositivi esistenti e nuovi. È un cambiamento hardware significativo che ha richiesto anni di lavoro, anche se non è ancora stato chiarito sul fatto che i vecchi hardware siano compatibili.

“Il Trusted Platform Modules (TPM) è un chip che può essere integrato nella scheda madre del tuo PC o aggiunto separatamente nella CPU”, spiega David Weston, direttore della sicurezza aziendale e del sistema operativo di Microsoft. “Il suo scopo è proteggere le chiavi di crittografia, le credenziali dell’utente e altri dati sensibili dietro una barriera hardware in modo che malware e aggressori non possano accedere o manomettere tali dati”.