Blog sulla sicurezza informatica e l’informazione dei sistemi

Andrea Biraghi, Cyber Security manager e direttore della divisione Security and information Systems, lavora da anni per il mantenimento della sicurezza dei sistemi informativi. In una società sempre più digitalizzata ed interconnessa è divenuto ormai indispensabile prendere atto delle minacce esistenti nella rete Internet: solo un costante impegno ed aggiornamento rendono possibile affrontare e combattere i Cyber criminali e riprendersi in fretta dalla loro violazioni. La posta in gioco è alta e la sicurezza dei servizi web è fortemente legata al nostro sviluppo economico: basti pensare al rapido aumento delle connessioni, degli utenti, l’aumento del valore di numerose transazioni effettuate attraverso le reti, la crescita delle imprese legate al commercio elettronico.

Tag: minacce informatiche 2021

malware-2021-attacchi-informatici

Le minacce informatiche evolute: il report Malware 2021 di MalwareBytes

Il report Malware 2021 di MalwareBytes riporta l’evoluzione delle minacce informatiche durante il 2020 fino ad arrivare ad oggi. Gli attori delle minacce hanno approfittato soprattutto della crisi e della paura dovute alla pandemia di Covid-19, riorganizzando i propri sistemi di attacco e pefezionando i loro ransomware.

Nonostante le misure prese per assicurare di essere protetti in ogni momento i nuovi attacchi hanno riguardato una serie di exploit informatici su larga scala.

Tra gli obiettivi dei cyber criminali quello di utilizzare la paura e la confusione dovute alla pandemia per fare nuove vittime, utilizzando campagne dannose e fraudolente di phishing. Tra le campagne: AveMaria, il Remote Access Trojan e AZORult, un malware pericoloso che ruba informazioni. I rilevamenti di malware nei computer aziendali Windows sono diminuiti complessivamente del 24%, ma i rilevamenti di HackTools e Spyware sono aumentati notevolmente, rispettivamente del 147% e del 24%.

Si sono osservati inoltre numerosi gruppi APT (Advanced Persistent Threat) sponsorizzati dallo stato con l’obiettivo di rubare informazioni. Sono aumentati invece gli attacchi brute force.

Le 10 maggiori categorie malware per il 2020 – Fonte MWB: State Of Malware Report 2021

Malware 2021: i punti principali del report di MalwareBytes

Quali sono i punti principali del report “State of Malware 2021”?

Il punto principale è che le tattiche dei criminali informatici sono cambiate ma questo non si può dire per le loro intenzioni.
Sebbene la quantità di malware di Windows rivolto alle imprese sia diminuita è un segno purtroppo che i cyber criminali hanno invece imparato a fare più danni con meno. Sono diminuiti gli attacchi Emotet e Trickbot.

Mentre gli attacchi diminuiscono in settori come quell sanitari, automotive e istruzioni, sono inevece aumentati del 1.055% i rilevamenti di app spyware e in aumento del 607% dei rilevamenti di malware nell’industria agricola.

Il cambiamento più inquietante è stato rilevato nell’uso degli Spyware, diventato strumnto oramai comune. Un campo sempre in pericolo è quello del lavoro da remoto, e MalwareBytes avvisa: è tempo di abbandonare le vecchie ed oboslete idee sulla sicurezza, pensando che i perimetri aziendali siano inviolabili.

Il 2021 potrebbe essere anche l’anno chiave per quanto riguarda i nuovi attacchi informatici di quinta generazione.