Blog sulla sicurezza informatica e l’informazione dei sistemi

Andrea Biraghi, Cyber Security manager e direttore della divisione Security and information Systems, lavora da anni per il mantenimento della sicurezza dei sistemi informativi. In una società sempre più digitalizzata ed interconnessa è divenuto ormai indispensabile prendere atto delle minacce esistenti nella rete Internet: solo un costante impegno ed aggiornamento rendono possibile affrontare e combattere i Cyber criminali e riprendersi in fretta dalla loro violazioni. La posta in gioco è alta e la sicurezza dei servizi web è fortemente legata al nostro sviluppo economico: basti pensare al rapido aumento delle connessioni, degli utenti, l’aumento del valore di numerose transazioni effettuate attraverso le reti, la crescita delle imprese legate al commercio elettronico.

Tag: attacchi alle comunicazioni satellitari

La Sicurezza dei satelliti e dei network della difesa

La sicurezza dei satelliti e le loro vulnerabilità sono legate attualmente ad una delle più grandi minacce globali di questo secolo.

La frontiera dello spazio, a sua volta, è la nuova e moderna frontiera per la Cyber Security a livello globale. Per quale motivo? Il ritmo vertigionso con cui avanzano le capacità di sicurezza informatica e di guerra informatica di diverse nazioni e attori non statali rappresenta una sfida enorme per i proprietari delle risorse spaziali in orbita. Oltre a questo la Cina, nel 2021, avrà un’intensa attività di lancio di satelliti per la rete spaziale a supporto dello IoT – 80 satelliti nello spazio per completare la rete, in tre fasi, intorno al 2023. L’IoT spaziale avrà un’ampia copertura e consentirà una facile connessione in tutte le condizioni atmosferiche e in molteplici campi. 

Prendere il controllo di un satellite da parte di elementi anomali potrebbe avere conseguenze disastrose.

L’aeronautica americana nell’aprile di quest’anno ha organizzato un hackathon per testare le vulnerabilità dei suoi satelliti militari in orbita. I ricercatori di sicurezza informatica hanno condiviso uno degli utlimi dettagli della Conferenza Black Hat USA 2020, e spiegano come sia possibile – tramite semplici apparecciature del valore di 300 dollari – intercettare il traffico Internet via satellite per curiosare nei dati.

Leggi i dettagli della ricerca di James Pavur, Studente di Computer Science della Oxford University – Andrea Biraghi, Intercettazioni satellitari: le minacce ai protocolli di comunicazione.

Sicurezza dei satelliti e dello spazio

Le economie dei governi di tutto il mondo fanno sempre più affidamento su infrastrutture dipendenti dallo spazio; si è quindi aperta una nuova frontiera per la sicurezza informatica.

In settori come i trasporti e la logistica, i dati sulla posizione vengono registrati regolarmente in tempo reale dai satelliti GPS e inviati ai back office consentendo ai team di monitorare i conducenti e le risorse. Le organizzazioni che hanno avamposti remoti o navi oceaniche ovviamente non possono connettersi online tramite una rete mobile o via cavo, devono invece utilizzare i satelliti per le comunicazioni. Inoltre, i satelliti memorizzano le informazioni sensibili che raccolgono da soli, che potrebbero includere immagini di installazioni militari riservate o infrastrutture critiche. Tutti questi dati sono obiettivi interessanti per vari tipi di criminali informatici.

La continua proliferazione dell’esplorazione spaziale non farà che aumentare la portata del nostro ambiente connesso. Dato l’elevato valore dei dati memorizzati sui satelliti e altri sistemi spaziali, sono bersagli potenzialmente interessanti per chiunque voglia sfruttare questa situazione per realizzare un profitto illegale. Sebbene risiedere nel vuoto dello spazio profondo li renda meno vulnerabili agli attacchi fisici, i sistemi spaziali sono ancora controllati da computer a terra. Ciò significa che possono essere infettati proprio come qualsiasi altro sistema informatico più vicino a noi. Gli aggressori non devono nemmeno essere hacker provenienti esclusivamente da nazioni che trattano o lavorano con lo “spazio”, così come non hanno nemmeno bisogno di avere accesso fisico diretto ai sistemi di controllo appartenenti a organizzazioni come NASA, ESA o Roscosmos. In un mondo così interconnesso, hanno tempi facili.

Continua a leggere su Andrea Biraghi Blog – La sicurezza nello spazio: la nuova frontiera per la CyberSecurity

Articolo tratto da Longitude 109 – Looking for space Security, Andrea Biraghi.

Intercettazioni satellitari: le minacce ai protocolli di comunicazione

Intercettazioni satellitari: i ricercatori di sicurezza informatica hanno condiviso uno degli utlimi dettagli della Conferenza Black Hat USA 2020, e spiegano come sia possibile – tramite semplici apparecciature del valore di 300 dollari – intercettare il traffico Internet via satellite per curiosare nei dati.

Intercettazioni satellitari

La ricerca, di James Pavur, Studente di Computer Science della Oxford University, è stata pubblicata sul sito web BlackHat.com, da dove si possono scaricare le slides di presentazione. All’interno del briefing si trova uno sguardo sperimentale all’attacco delle comunicazioni satellitari a banda larga nei tre domini terra, aria e mare. Ma la parta più preccupante è data dall’affermazione che un utente malintenzionato, utilizzando solo apparecchiature domestiche del valore di 300 dollari circa, può spiare queste comunicazioni a migliaia di chilometri di distanza senza correre il rischio di essere rilevato. Tutto ciò che occorre sono un’antenna satellitare e un sintonizzatore satellitare per la trasmissione di video digitali.

Whispers Among the Stars: A Practical Look at Perpetrating (and Preventing) Satellite Eavesdropping Attacks

Intercettazioni e Attacchi alle comunicazioni satellitari

Le minacce alle intercettazioni satellitari utilizzano due distinti protocolli di comunicazione: DVB-S MPE e DVBS-2 GSE e ciò rappresenta una minaccia critica per la privacy e la sicurezza delle comunicazioni.

Questa minaccia viene contestualizzata attraverso l’analisi di terabyte di registrazioni di traffico satellitare nel mondo reale e vengono presentati i casi più interessanti delle aqcuisizioni contententi dati sensibili di alcune delle più grandi organizzazzioni del mondo. I dati provengono da utenti domstici a banda larga, da parchi eolici, dalle petroliere agli aerei. Viene poi dimostrato che alle giuste condizioni gli aggressori possono persino dirottare sessioni attive.


Internet via satellite sta attualmente potenziando la comunicazione in diversi settori. Pertanto, tali attacchi al traffico Internet via satellite hanno reso tutte queste industrie vulnerabili al cyber spionaggio.

Ma lo studio suggerisce – soprattutto in epoca di eplorazioni spaziali – anche gli strumenti per superare tali vulnerabilità, tra cui uno strumento open source che i singoli clienti possono utilizzare per crittografare il proprio traffico senza richiedere il coinvolgimento dell’ISP.

Leggi anche :